martedì 20 marzo 2007

Pizza, non ne puoi fare a meno...

Effettivamente ad oggi, qual'è quel cibo che potresti mangiare anche più giorni la settimana (o tutti, come fanno in molti), nutrizionalmente quasi completo, onnipresente ed ancora abbastanza economico? E' lei la regina delle nostre preferenze quotidiane e la nostra bandiera cucinaria internazionale assieme alla pasta. Ho letto qualche giorno fa' che a NY hanno aperto una pizzeria dove propongono pizze al caviale alla modica cifra di $1000 !!!... oppure se ci si vuole levare lo sfizio a $150 a slice (al pezzo). Per quanto mi riguarda preferisco la margherita, sarò eccessivamente purista, ma sono campano e sono fatto così... ringrazio Silvia per la sua osservazione sullo 'spessore' della pasta della pizza che concordo con lei sia migliorato, in diverse pizzerie, ma il rischio di mangiare delle pizze-biscotto in giro è ancora abbastanza preoccupante... canonicamente un po' di cornicione ed una pasta un po' levata, sono l'ideale ed importante base per una buona pizza, poi gli ingredienti dovrebbero fare il resto. Raccomando pomodori pelati s. marzano dop, mozzarella fiordilatte (quella di bufala è ottima, ma da pasto perchè 'lattosa' e delicata), olio extra vergine e foglia di basilico 'tassativa' per la margherita, poi grande spazio alle varie 'farciture' per tutti i gusti, sbizzarritevi e buona pizza!!! Il sibarita p.s. un saluto ad Ely, anche lei futura gastronoma.

4 commenti:

Pietro ha detto...

Dimenticavo di segnalarvi un produttore che traduce perfettamente la mia idea espressa su questo 'magico' prodotto, http://www.vannulo.it/
A più tardi.

Il sibarita

erdbeer86 ha detto...

A proposito di pizza...

"L’IDEA DI KONO ITALIA SI GUSTA PASSEGGIANDO MA È ANCHE GOLOSO ANTIPASTO DA PROPORRE AI CLIENTI PRIMA DI CENA.

La pizza è piatto vincente perché semplice, ideale per ogni occasione e destinato a nuove elaborazioni. E allora perché non realizzare una pizza dalla forma simpatica, che addirittura si degusti passeggiando? Lo ha pensato Marco Messuti di Kono Italia, realizzando Pizza Cono, ricetta brevettata di un cono di pasta farinacea con assenza di conservanti e ogm. Al suo interno la classica margherita o altra farcitura secondo il gusto del cliente.
Il cono è spesso circa 6 millimetri, ha una concavità ampia e regolare ideale per tutte le farciture ed è realizzato con un impasto che impedisce al contenuto di debordare.
Insomma un’idea originale da consumare come spuntino, magari camminando oppure da servire, in coni più piccoli, quale gustoso stuzzichino prima di cena. Pizza Cono conserva il calore anche dopo molto tempo dalla preparazione ed è disponibile in vari tipi e misure, vuoto o farcito."

L'hanno chiamato anche "spuntino da gourmet"... io la vedo un pò come una dissacrazione!!! sono troppo tradizionalista?? :)

Sara

Pietro D'Alessio ha detto...

L'idea, anche se sembra una forzatura, mi incuriosisce - vedremo che sviluppi avrà... e se ci sarà l'occasione di provare una Pizza Cono non mi tirerò indietro anche se su certi cibi, personalmente, non tollero 'manipolazione' alcuna se non quella dettata dai codici centenari della tradizione.

ciao sara, alla prossima!

ely ha detto...

ho avuto occasione l'anno scorso in una fiera del settore di provare la pizza cono...sinceramente l'ho provata ma non la rimangerei per una seconda volta...l'idea in se per se è carina ma dire che è una cosa buona non saprei...