mercoledì 28 marzo 2007

OGM, tutti ne parlano e tutti (quasi) li mangiano, a loro insaputa...

Il dibattito è sempre più acceso tra coloro che sono a favore degli OGM, organismi geneticamente modificati, che affermano: legalizziamoli, non sono nocivi per l'uomo, sono il frutto della scienza e della tecnologia applicata (spesso solo per business) alle produzioni agricole e animali - e coloro che invece sono contrari, convinti che con il cibo e la salute della gente non si scherza. Il mais è quasi tutto trasgenico, come pure la soia, il frumento e tanto altro ancora - le produzioni OGM sono presenti in tutti i mercati internazionali sugli scaffali dei supermarkets del mondo; allora, come la mettiamo? Puntualizzo che non sono un no global o affine, ma vorrei ricordarvi che il consumatore può condizionare il mercato e fare la fortuna o la rovina di un produttore; qualcuno obietterà che con le multinazionali dell'agribusiness c'è poco da fare, sono loro i più forti... D'accordo, ma quello che è auspicabile è seguire strategie per cambiare comportamenti ed abitudini a certi prodotti; essere consapevoli nelle scelte significa sapere cosa compriamo, da dove viene e chi lo ha prodotto. Ne guadagneremo molto tutti, di salute e anche di tasca... Alla prossima.

4 commenti:

Dario Delendati ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Dario Delendati ha detto...

Io sono per la loro legalizzalizzazione purchè finalmente si possa avere totale trasparenza (magari attraverso speciali segnalazioni in etichetta). Credo che solo in questo modo si potrebbe avere la certezza di evitarli. Non raccontando la favola che qui sono illegali e quindi non sono in commercio.

Pietro D'Alessio ha detto...

viva la trasparenza e la chiarezza, penso siamo tutti d'accordo su questo.

un saluto sibaritico e alla prossima

silvia ha detto...

Frequentando la nostra università ho capito che la maggior parte degli alimenti è prodotta da almeno un "ingrediente" che ha subito modificazioni genetiche o selezioni,esempio lampante è il caglio utilizzato per produrre ogni tipo di formaggio.é anche vero però che questi "ingredienti" fanno in modo che il prodotto sia sicuro igienicamente e sempre uguale.Personalmente trovo ridicole le persone che ammettono di non comprare o consumare prodotti OGM.Credo anche che non ci siano le basi per decidere se i terribili OGM siano dannosi o no.Infine trovo fondamentale la chiarezza e la trasparenza in etichetta.
Silvia